martedì 19 marzo 2013

Giornata Mondiale RICICLA UNO STRONZO


Più una persona è stronza, psicotica, instabile, più viene assecondata dalla massa per evitare che essa "esploda". 
Questo non solo diventa un rifugio per chi sostanzialmente non ha nulla da dare a parte una tragica vacuità - e quindi si conquista la presenza altrui a suon di negatività - ma comporta una forte penalizzazione nei confronti delle persone civili. 
Io ho scelto di non assecondare questa tendenza. 

Sei stronzo, instabile, permaloso, disadattato sociale? Ma certo, non vedo l'ora di averti nella mia vita e creare con te un meraviglioso rapporto paragonabile ad una passeggiata in montagna con uno zaino pieno di nitroglicerina!

Durante l'infanzia e l'adolescenza ho sprecato molto tempo dietro a queste eggregore, e probabilmente ho cercato io stessa di instronzirmi, di forgiarmi di tutte quelle meravigliose accezioni tipicamente femminili quali: 
  • il disturbo da unicità degli organi riproduttivi (Pare che ce l'abbia solo io, ndr),
  • la paresi facciale da evento positivo (Farei salti di gioia ma preferisco umiliarti fingendo che il tuo gesto abbia l'effetto del braccio di un mendicante lebbroso), 
  • non ultimo quello oggetto di questo articolo, la gravitazione stronzocentrica.

Ovviamente se sono quì a scrivere il risultato delle mie attente elucubrazioni notturne è perchè non sono riuscita nel mio intento e le amicizie me le sono guadagnate a suon di gesti positivi - con tutti i difetti che posso avere e le figure caprine tipiche del mio carattere - e lungi da me attorniarmi di persone che mi stanno vicine solo perchè hanno il terrore di una mia potenziale lingua biforcuta o di un mio muso lungo.
Chissà quanti leggeranno questo post corrispondendo perfettamente alla descrizione e probabilmente non si renderanno neanche conto di essere attorniati da pseudoconoscenze che li corteggiano solo nella speranza di non ricevere segni di disapprovazione!

Oggi è la giornata mondiale del "Ricicla uno stronzo". 

Partner che mancano di rispetto? Amicizie di convenienza? Parenti il cui legame di sangue vi farebbe preferire una sacca emoglobinica gusto AIDS?

RICICLALI! 

La procedura è semplice e gustosa. Eliminali da facebook fingendo di non avere interesse a ridere dei loro interessantissimi status e rendili figli di vetraio nella vita quotidiana. La loro visione ancora ti disturba? Metodo Churchill (?): immaginali seduti sulla tazza del cesso.

Ogni 10 stronzi riciclati, riceverai in omaggio un'amicizia sincera che ti apprezza per le tue sincere doti sociali e un parente che ti passa la carta igienica nel momento del bisogno.

Nessun commento: